Viking_title  
 
Celti
romanzi
Sassoni
Vikings
Normanni
Tudors
vittoriani
WW ll
Gran Bretagna romana
Gran Bretagna sassone
Gran Bretagna vichinga
Norman Britain
Tudor Gran Bretagna
Gran Bretagna vittoriana
Seconda guerra mondiale
500 BC
AD 43
450
793
1066
1485
1837
1939
    
Questo sito utilizza i cookie. Vedi il nostro Cookie policy per informazioni
 



   
Quando i vichinghi invasero la Gran Bretagna?

 

I vichinghi invasero per la prima volta la Gran Bretagna nel 793 d.C. e l'ultima invasero nel 1066 quando Guglielmo il Conquistatore divenne re d'Inghilterra dopo il Battaglia di Hastings.

Il primo luogo in cui i vichinghi hanno fatto irruzione in Gran Bretagna è stato il monastero Lindisfarne, una piccola isola santa situata al largo della costa nord-orientale dell'Inghilterra. Alcuni dei monaci furono annegati in mare, altri uccisi o portati via come schiavi insieme a molti tesori della chiesa.

Il raid su Lindisfarne segna l'inizio della migrazione vichinga dalla Scandinavia nel 793.

Lindisfarne

Negli anni che seguirono, i villaggi vicino al mare, i monasteri e persino le città si trovarono assediati da questi intrusi stranieri basati sul mare. Presto nessuna regione delle isole britanniche (Gran Bretagna e isole vicine) fu al sicuro dai Vichinghi. Hanno attaccato villaggi e città in Galles, Scozia, Irlanda, Isola di Man e Inghilterra.

Nell'866 i vichinghi erano arrivati ​​a York. Hanno reso York (o Jorvik come la chiamavano) la seconda città più grande del paese dopo Londra.

Non importa quante volte i vichinghi siano stati sconfitti, sono sempre tornati e alla fine tutti i loro sforzi sono stati ripagati. Furono i vichinghi (norvegesi) della Normandia a conquistare finalmente l'Inghilterra nel 1066 e ha cambiato per sempre la storia britannica.

 

 
distanziatore
     
torna in alto
 
email© Copyright - si prega di leggere
Tutti i materiali di queste pagine sono gratuiti solo per i compiti e per l'uso in classe. Non puoi ridistribuire, vendere o inserire il contenuto di questa pagina qualsiasi altro sito web or blog senza il permesso scritto dell'autore Mandy Barrow.

© Copyright 2021