titolo

Aiuto principale per i compiti

Gran Bretagna dagli anni '1930


 
 
   
Questo sito utilizza i cookie. Vedi il nostro Cookie policy per informazioni
 

Lavori della seconda guerra mondiale

Il lavoro della maggior parte degli uomini durante la seconda guerra mondiale era quello di un soldato.

Poiché così tanti uomini furono chiamati a servire, la Gran Bretagna dipendeva dalle donne per svolgere gran parte del lavoro bellico. Alcuni lavori, tuttavia, erano occupazioni protette, il che significa che gli uomini che li svolgevano erano esentati dall'essere chiamati a unirsi all'esercito.

Durante la seconda guerra mondiale era considerato essenziale che una forza lavoro maschile fosse trattenuta dal servizio militare attivo per essere impiegata in determinati lavori. I seguenti lavori furono svolti da uomini durante la guerra in quanto occupazioni protette (importanti lavori qualificati necessari per la sopravvivenza del paese):

  • Dottori
  • minatori
  • Agricoltori
  • Gli scienziati
  • Marinai mercantili
  • Insegnanti di scuola
  • Lavoratori ferroviari e portuali,
  • Operai di pubblica utilità - Acqua, gas, elettricità

(L'elenco sopra è noto anche come le occupazioni riservate nella seconda guerra mondiale)

Alcuni uomini non erano abbastanza in forma o erano troppo vecchi per arruolarsi nell'esercito, quindi si sono offerti volontari come vigili del fuoco (vigili del fuoco), Guardiani ARP o aderito al Guardia di casa.

Cosa hanno fatto i vigili del fuoco nella seconda guerra mondiale?

Vigilanti del fuoco
I doveri degli osservatori del fuoco non erano di "guardare gli incendi", ma di prestare attenzione
incendiari e spegnerli prima che un incendio possa prendere piede. Una legge del settembre 1940 imponeva alle fabbriche e alle imprese di nominare dipendenti che vigilassero sulle bombe incendiarie al di fuori dell'orario di lavoro.

Le bombe incendiarie erano piuttosto piccole. Sono stati lasciati cadere, centinaia alla volta. All'impatto si sono accesi e bruciati.

I vigili del fuoco sono stati forniti con un secchio di sabbia, un secchio d'acqua e una pompa a staffa.

Cosa hanno fatto i lavoratori delle munizioni durante la seconda guerra mondiale?

I lavoratori delle munizioni lavoravano nelle fabbriche di munizioni. Hanno fabbricato armi (pistole) e munizioni (proiettili, bombe a mano e bombe) necessarie alle forze armate. Era un lavoro molto pericoloso e le ore erano lunghe.

A causa del rischio di esplosioni, nessuno era autorizzato a portare nelle officine alcunché che potesse provocare un'esplosione. Ciò significava niente fiammiferi, monete, forcine per capelli, anelli o altro di metallo. Nonostante queste precauzioni, a volte si sono verificati incidenti e gli operai sono rimasti uccisi o gravemente feriti nelle esplosioni.

Cosa hanno fatto le lavoratrici (donne) nella seconda guerra mondiale?

Le donne furono chiamate per il lavoro di guerra dal marzo 1941.
Per un elenco di lavori visita il nostro Pagina delle donne nella seconda guerra mondiale

 

 

 
 
     
torna in alto
 
email© Copyright - si prega di leggere
Tutti i materiali di queste pagine sono gratuiti solo per i compiti e per l'uso in classe. Non puoi ridistribuire, vendere o inserire il contenuto di questa pagina qualsiasi altro sito web or blog senza il permesso scritto dell'autore Mandy Barrow.

© Copyright 2021